Le due finali World Series puntano al sold out. Apertissime le iscrizioni alla 10k

Trai corridori del cielo sale la febbre da Limone Extreme..

Come ogni autunno, tra i corridori del cielo, sale la febbre da Limone Extreme. Per la quarta volta consecutiva finale dello Skyrunner® World Series, specialità Vertical & SkyRace, la kermesse dell’Alto Garda sta letteralmente bruciando i pettorali delle due prove di coppa. Quando ne restano ancora pochissimi da assegnare, le nazioni rappresentate sono già 32.

Venerdì 14 e sabato 15 ottobre si prospetta quindi una due giorni di sport e spettacolo con tutti i migliori interpreti della specialità e il popolo delle sky, fianco a fianco, nell’elettrizzante vertical in notturna (3km di sviluppo 1100m di ascesa), nella aerea skyrace (25.4 km 2426m up)  e nella 10km dedicata ai giovani e ai neofiti della specialità.

Già perché dopo l’ottimo esordio 2015, i vertici della SS Limonese hanno deciso di riproporre con ancora maggiore convinzione la prova non federale su un anello più breve, ma dall’elevato contenuto tecnico. Una bella opportunità di vivere un fine settimana da veri skyrunner anche per chi da poco si è avvicinato al mondo delle corse a fil di cielo.

 

Sabato mattina, mentre i big dello Skyrunner® World Series andranno a caccia di punti preziosi, i meno allenati, gli under 18 e chi non se la sentisse di mettersi in gioco su una distanza e dislivelli comunque ragguardevoli, avrà la possibilità di mettersi in gioco e vivere da protagonista questa finale mondiale. La 10k non è una corsa di “Serie B”, ma un anello di vero skyrunning concentrato in 10km  di sviluppo.

 

Tratti tutti da spingere, severe mulattiere, single track in contropendenza, tecnici tratti in discesa e la torcida di lungolago Marconi ad accogliere ogni singolo finisher fanno di questa terza competizione una gara che piace…