CLASSIFICA WORLD SERIES TUTTA DA SCRIVERE

A Limone prevista bagarre

Uno scettro per quattro al maschile, un trono per quattro nella gara in rosa. Un evento di caratura mondiale con 1500 atleti provenienti da ben 39 nazioni. Limone, Ledro e Riva del Garda sono pronti ad ospitare il Gran Galà dello skyrunning.

Alla luce della penultima tappa, la Lantau 2 Peaks, andata in scena lo scorso fine settimana a Hong Kong, il ranking nella specialità sky è tutto da scrivere. In estremo oriente, un tracciato di 23 km che toccava le due vette dell’isola di Lantau (Sunset Peak e Lantau Peak) con quota massima 934 metri e un dislivello di 3.975 metri ha nuovamente rimescolato le carte in tavola. Classifiche alla mano, sul selettivo e spettacolare circuito bresciano dell’Alto Garda, a giocarsi il titolo maschile saranno l’italiano Tadei Pivk, l’iberico Manuel Merillas, il britannico Tom Owens e il rumeno Ionut Zinca. Al femminile invece, la nostra Elisa Desco dovrà vedersela con Maite Maiora, Megan Kimmel e dall’attuale leader di coppa Laura Orguè.  

Per quanto riguarda la doppia finale dello Skyrunner® World Series specialità Vertical & SkyRace  in programma venerdì 16 e sabato 17 ottobre, la SS Limonese del presidente Franco Codogni ha già chiuso le iscrizioni x sold out sulla sky. «Per motivi logistici, su questo tracciato, non possiamo andare oltre i 750 concorrenti – ha confermato Laura Pasquetti del comitato organizzatore -. Ciò ci ha spinto a diversificare il più possibile il nostro evento diversificando gare e percorsi. Per chi volesse correre e vivere in prima persona una finale mondiale che si preannuncia epica, abbiamo ancora pettorali sia per lo spettacolare vertical della Mughéra in notturna, sia per le due new entry 2015: il vertical riservato alle categorie juniores e la 10k. Per maggiori informazioni, programma dettagliato e iscrizioni visitate il nostro sito www.limonextreme.com».

Uno show a tutto campo, quindi, per atleti e pubblico: «La Limone Extreme può contare su una location unica – ha continuato Pasquetti -. E’ una gara mozzafiato, tutta da vivere e da seguire. Il vertical in notturna è unico al mondo con quelle lucine che salgono nella notte squarciando le tenebre e la 10k è un concentrato di skyrunning che esalterà i giovani atleti e i neofiti delle corse a fil di cielo. Non ci resta che invitarvi a Limone per una due giorni che non dimenticherete facilmente».