Alexis Sevennec & Megan Kimmel strepitosi a Limone

Tadei Pivk & Megan Kimmel sono campioni del mondo

Colpi di scena a ripetizione nella sky valevole come finale del circuito di Skyrunner® World Series. Il francese Alexis Sevennec e l’americana Megan Kimmel vincono la gara grazie un’ultima funambolica discesa. Successo che vale doppio per la stella dell’Team Adidas che, passando la spagnola Orguè nella picchiata verso Limone sul Garda, ha conquistato pure il titolo 2016. Forte dei punti raccolti nel corso della stagione, si conferma re dello skyrunning mondiale il friulano Tadei Pivk. Fuori dai giochi per un forte attacco influenzale che non gli ha permesso di correre la finale il campione del Team Crazy è comunque riuscito a mantenere la leadership della classifica.

Ma andiamo per ordine. Dopo il diluvio del venerdì sera che nella prima finale ha incoronato Philip Götsch e Christel Dewalle re e regina nella specialità vertical, questa mattina Spettacolo con la “S” maiuscola per la seconda e ultima finale di Skyrunner® World Series. Banco di prova per i galacticos delle corse a fil di cielo un tecnicissimo tracciato da 27.4 km con 2450m up. Tra i circa 600 atleti al via, oltre a Pivk mancavano lo svizzero Remi Bonnet, out per acciacchi muscolari, e l’italiano Marco De Gasperi costretto al forfait da un ritardo aereo.  Tre assenze che hanno invitato ad approfittare dell’occasione altri grandi campioni come il norvegese Stian Angermund, l’italiano Marco Moletto, lo sloveno Rok Bratina e il francese Alexis Sevennec. Al femminile sulla prima ripidissima ascesa la spagnola Laura Orgué ha provato a fare la differenza staccando le francesi Celine Lafaye e Maya Chollet.

La gara è entrata nel vivo sull’erta della Mughera (2ª salita) con Marco Moletto che, sfruttando le proprie doti da scalatore ha cercato di fare la differenza. Differenza che, ancora una volta si è fatta sulla tecnica e aerea discesa che porta verso il traguardo. Qui lo scialpinista del Team Scott Alexis Sevennec ha staccato tutti arrivando in solitaria nella torcida di lungo lago Marconi. Per lui successo di giornata in 2h46’49”. Secondo posto per il britannico Hector Haines 2h51’41” e terzo per il bulgaro Kiril Nikolov 2h52’04”. Bene pure  Rok Bratina 4° e Marco Moletto 5°. Nella gara in rosa sorpasso vincente per la Kimmel festeggiata al traguardo dopo 3h17’35” di gara. Alle sue spalle Laura Orguè 2ª in 3h18’42” e Celine Lafaye 3ª in 3h19’22”.

Per quanto riguarda il ranking di coppa alle spalle di Tadei Pivk troviamo Hassan Ait Chaou e Kirl Nikolov. Al femminile sul podio con la Kimmel sono invece salite laura Orguè e Yngvild Kaspersen.

Non solo coppa del mondo. A fare da cornice a un evento che ha richiamato sull’Alto Garda più di 1000 atleti da oltre 36 differenti nazioni anche una 10k dedicata a under 18 e neofiti della specialità. Qui ha vinto il sedicenne lecchese del Team Salomon Andrea Rota , sullo spagnolo Marti Teixido e sul valtellinese Andrea Prandi.  Al femminile la finlandese Matleena Bostrom ha messo in fila la svizzera Jennifer Fiechter e la norvegese Torun Overgaard Aarvik.