Dicono di noi

PAOLO LARGER (TRIATHLON TRENTINO)

Dalle vongole agli stambecchi. Quelli di Limone son proprio bravi. Hanno un'organizzazione e una gran voglia di fare, cui si unisce un percorso tra i piu belli che io abbia fatto. La skyrunning extremme è una gara stupenda: tracciato mozzafiato ti spreme fino in fondo, ma che agli appassionati di sport di montagna cercano. Insomma si parte dal mare e si sfiora il cielo in mezzo tanta natura.

PAOLO GOTTI (ALTITUDE)

Limone è un “must”! Un’atleta non può smettere di gareggiare senza aver corso almeno una volta questa gara splendida, durissima e mozzafiato: un condensato tra Vertical, skyrace e skymarathon!

PAOLA ROMANIN (ALDO MORO PALUZZA)

Gara bellissima e durissima dal primo all'ultimo metro. Lo spettacolo della vista lago durante tutta la salita fa dimenticare la fatica e andare più veloce per vederlo da ancora più in alto. La parte più impegnativa del percorso non finisce in cima alla prima salita, ma continua lungo i continui saliscendi che caratterizzano la parte centrale del percorso. La lunga e tecnica discesa finale richiede moltissima concentrazione, soprattutto perchè le energie cominciano a mancare e la stanchezza si fa sentire. La partenza e l'arrivo in riva al lago hanno qualcosa di diverso e speciale rispetto alle altre skyrace: sembra quasi di essere al mare...

LISA BUZZONI (ALTITUDE)

Un vertical che non ti lascia un attimo di respiro! Ossigeno e forze sono però alimentati e sostenuti dallo stupendo paesaggio notturno con vista lago!

FABIO BAZZANA (TEAM CRAZY IDEA)

Due edizioni sono bastate a far capire che il gran finale degli skyrunner è a Limone del Garda. Gara situata in una località particolare dove a fine stagione trovi ancora le condizioni ideali per correre grazie al clima mite del lago. Percorso mozzafiato ma tecnico che non ti permette di sbagliare. Organizzazione perfetta, hanno pensato pure alla vertical con un percorso inventato a picco sul lago dove sarebbe bello voltarsi a guardare il paesaggio di notte ma io vi consiglio di non farlo... Prima arrivate al traguardo!!!

EMANUELE MANZI (FORESTALE ROMA)

Una luce nel buio, il lago la salita. Che dire se non... Bellissima!!

DAMIANO LENZI (CS ESERCITO COURMAYEUR)

L'Extrim Vertical di Limone, e stata indubbiamente la gara più particolare della stagione. Ha un non so che di scialpinistico e di romantico. Vedere tutte le frontali accese allo start, mi ha riportato per un attimo all'inverno... Poi il percorso tecnicissimo con cambi di pendenza impressionanti. Raggunta la cima oltre all'emozione della vittoria, ricordo di essere stato rapito da quel paesaggio di luci e ombre che si riflettavano sul lago, praticamente sotto ai miei piedi, veramente incredibile. La SkyRace del giorno seguente, non è stata certo da meno. Molto muscolare con paesaggi e passaggi mozzafiato. Se pur non l'abbia affrontata con relativa tranquillità e senza velleita di vittoria, ne sono rimasto soddisfatto.